Ricerca
Banner

Spiegazione del processo di stampaggio ad iniezione

Date:May 16, 2018

Spiegazione del processo di stampaggio ad iniezione

Per uno stampo a due colpi, due materiali separati sono incorporati in una parte. Questo tipo di stampaggio a iniezione viene utilizzato per aggiungere un tocco morbido alle manopole, per dare a un prodotto più colori, per produrre una parte con più caratteristiche prestazionali.

Per i termoindurenti, in genere vengono iniettati nella canna due componenti chimici diversi. Questi componenti iniziano immediatamente reazioni chimiche irreversibili che alla fine collegano il materiale in un'unica rete di molecole collegate. Quando si verifica la reazione chimica, i due componenti fluidi si trasformano permanentemente in un solido viscoelastico. [3]: 3 La solidificazione nella canna e nella vite di iniezione può essere problematica e avere ripercussioni finanziarie; pertanto, è essenziale ridurre al minimo l'indurimento del termoindurente all'interno della canna. Questo in genere significa che il tempo di residenza e la temperatura dei precursori chimici sono ridotti al minimo nell'unità di iniezione. Il tempo di permanenza può essere ridotto riducendo al minimo la capacità del volume della canna e massimizzando i tempi di ciclo. Questi fattori hanno portato all'uso di un'unità di iniezione a freddo isolata termicamente che inietta i reagenti chimici in uno stampo caldo termicamente isolato, che aumenta la velocità delle reazioni chimiche e si traduce in un tempo più breve necessario per ottenere un componente termoindurente solidificato. Dopo che la parte si è solidificata, le valvole chiudono per isolare il sistema di iniezione e i precursori chimici e lo stampo si apre per espellere le parti stampate. Quindi, lo stampo si chiude e il processo si ripete.

Componenti preformati o lavorati possono essere inseriti nella cavità mentre lo stampo è aperto, consentendo al materiale iniettato nel ciclo successivo di formarsi e solidificarsi attorno ad essi. Questo processo è noto come inserimento dello stampaggio e consente a singole parti di contenere più materiali. Questo processo viene spesso utilizzato per creare parti in plastica con viti metalliche sporgenti, consentendo loro di essere fissate e sbloccate ripetutamente. Questa tecnica può anche essere utilizzata per l'etichettatura In-mold ei coperchi per film possono anche essere attaccati a contenitori di plastica stampati.

Nella parte finale sono normalmente presenti una linea di separazione, un canale di colata, contrassegni di porta e punti di riferimento dell'eiettore. Nessuna di queste caratteristiche è tipicamente desiderata, ma è inevitabile a causa della natura del processo. Segni di gate si verificano al gate che unisce i canali di erogazione del fuso (sprue e runner) alla cavità di formatura del pezzo. I segni dei pin di separazione e di espulsione derivano da piccoli disallineamenti, usura, sfiati gassosi, spazi liberi per parti adiacenti in movimento relativo e / o differenze dimensionali delle superfici accoppiate che contattano il polimero iniettato. Le differenze dimensionali possono essere attribuite a deformazioni non uniformi, indotte dalla pressione durante l'iniezione, tolleranze di lavorazione e espansione e contrazione termica non uniforme dei componenti dello stampo, che presentano un ciclo rapido durante le fasi di iniezione, imballaggio, raffreddamento ed espulsione del processo . I componenti di stampo sono spesso progettati con materiali di vari coefficienti di dilatazione termica. Questi fattori non possono essere considerati simultaneamente senza aumenti astronomici nei costi di progettazione, fabbricazione, elaborazione e monitoraggio della qualità. L'ingegnoso progettista di stampi e componenti posizionerà questi detriti estetici in aree nascoste, se possibile.

Un paio di: Mandrino mandrino CNC

IL prossimo Articolo: Primavera nell'industria medica